6 lezioni dallo Yoga per vivere meglio – Prima parte

Posted by on Ago 27, 2012 in Gli Articoli di Ispirazione, Azione e Passione | 15 comments

In questi giorni di vacanza mi sto svegliando all’alba per andare a praticare Yoga sulla spiaggia seguendo un corso intesivo.

6 lezioni dallo Yoga per vivere meglioQuando esco di casa la città è ancora illuminata dalle luci dei lampioni anche se, all’orizzonte, il cielo comincia velocemente a schiarirsi e a tingersi con i colori accesi dell’arancione e del rosa: una nuova alba sta per sorgere, ed è uno spettacolo a dir poco unico e meraviglioso…

Per me lo Yoga non è solo âsana ed ‘esercizi’ di streching e respirazione, è una vera e propria filosofia di Vita. E’ connettersi con noi stessi attraverso il respiro. E’ imparare a stare nel qui e ora. E’ allenare la nostra mente (e il nostro corpo) a rimanere vigile. E’ assaporare fino in fondo il momento presente. E ancora molto altro….

Eccovi le 6 lezioni che ho avuto l’opportunità di ‘ripassare’ in questi giorni che sto praticando Yoga con disciplina e costanza e che, se ci pensiamo bene, possiamo facilmente applicare anche alla nostra Vita di tutti i giorni. Iniziamo con le prime 3 (leggerete le altre 3 lezioni nel prossimo post):

1. Non dobbiamo dimostrare niente a nessuno. Quando si pratica lo Yoga non si è mai in competizione: l’obiettivo non è certo essere il più bravo del gruppo (o della classe), non è riuscire a rimanere in equilibrio di più della persona che hai davanti, e neppure tenere la gamba più dritta di chi ti sta di fianco. E’ entrare in contatto con il nostro corpo e imparare a rispettare i nostri limiti: magari oggi non riesco a tenere la gamba perfettamente diritta, ma ogni giorno è comunque un’occasione nuova per allenarmi e allungare i miei muscoli e, dolcemente, aiutare il mio corpo ad essere più tonico ed elastico.

Quante volte, invece, anche nella Vita di tutti i giorni (sul posto di lavoro, in famiglia, con gli amici, …) facciamo di tutto per dimostrare che siamo noi i più bravi, i più competenti, i migliori, i più saggi, i più buoni, i più affettuosi, i più comprensivi, …? Ci lasciamo forse influenzare dagli altri e da ciò che fanno o pensano? Quanto energie sprechiamo per dimostrare che noi abbiamo ragione e gli altri torto? Come sarebbe, invece, se imparassimo a fare ognuno il nostro percorso senza più perdere tempo a fare inutili paragoni, senza preoccuparci di ciò che fanno o pensano gli altri? Come dice anche Louise L. Hay “se non sono mai esistite al mondo due gocce d’acqua identiche tra loro, perchè dovrebbero esserlo due Esseri Umani?”

2. L’importante non è raggiungere la meta, ma imparare a godersi il percorso. Nella pratica dello Yoga l’obiettivo non è arrivare subito a fare una âsana perfetta: ciò che conta veramente è la consapevolezza del proprio corpo e del proprio respiro nel momento presente, è imparare a connettersi con se stessi, liberare la mente e le tensioni per assaporare ogni singolo attimo.

Quanto spesso anche nella Vita, invece, siamo talmente presi dai nostri obiettivi e da ciò che vogliamo realizzare o raggiungere, che finiamo per non goderci nulla del percorso che stiamo facendo? Di solito ci complimentiamo con noi stessi solo quando abbiamo raggiunto un grande obiettivo, oppure abbiamo la capacità di riconoscere e avvalorare anche i nostri piccoli miglioramenti e i passi avanti che magari ci sembrano minimi o, a volte, addirittura insignificanti?

3. Costanza, pazienza e disciplina sono le nostre migliori alleate. Svegliarsi alle 5.45 del mattino per iniziare lezione alle 6.15 non è certo facile, ve lo posso assicurare… e, visto che sono anche in vacanza, a volte mi sono chiesta “Ma chi me lo fa fare?” e la tentazione di spegnere la sveglia per rimanere a letto a dormire è davvero molto forte. Poi, però come ho scritto anche su Facebook, ciò che vedo e provo dentro di me mentre pratico lo Yoga in riva al mare, mi ripaga di tutti gli sforzi: in quei momenti ci sono solo io, il canto del mare, il sole, i gabbiani, il silenzio e l’Universo.

E a voi, è mai successo di sapere e credere con ogni cellula del vostro corpo ciò che è giusto per voi, e poi finire immancabilmente con il rimandarlo o, addirittura, non farlo? (Es. mangiare cibi più salutari, bere più acqua, fare attività fisica, mettervi a dieta, cercare un nuovo lavoro, ….?). Nessun ‘lavoro’ che facciamo su noi stessi (può essere lo Yoga appunto, o la meditazione, oppure frequentare un corso di crescita personale, o lavorare con le affermazioni di Louise L. Hay, o fare attività fisica regolarmente per esempio) è ad effetto immediato e senza sforzo: anzi, a volte ci vuole molto tempo, pazienza e lavoro, prima di riuscire a vedere qualche risultato tangibile e a sentirci meglio. Ma se non insistiamo e perseveriamo, non otterremo mai i risultati che desideriamo! Quante volte, invece, ci facciamo demotivare se non riusciamo ad avere tutto e subito? Quanto spesso smettiamo di compiere un’azione che sappiamo essere ‘giusta’ e importante per noi, solo perchè non ci diamo il tempo di farla veramente nostra? Di quanto tempo abbiamo bisogno per trasformare un nuovo comportamento (che sia positivo per noi) in sana abitudine? Che cosa siamo disposti a sacrificare per raggiungere i nostri sogni? Quante energie siamo disposti ad impiegare per migliorare la qualità della Vita che viviamo? La costanza, la pazienza, la disciplina e l’accettazione, non sono qualità utili solo nello Yoga, ma anche nella Vita.

A presto con le prossime (e ultime) 3 lezioni…

 

15 Comments

  1. grazie.

  2. ah ah ciao

  3. Sì proprio quella!!! 🙂 Anche io scrivo subito alla mia maestra e in caso ti faccio sapere.. Ciao Lorenzo!

  4. grazie . A VICENZA … la città del palladio e del teatro olimpico e delle ville e del parco querini…. ok guarderò su internet ciaoo

  5. Io sono di Vicenza. Scriverò alla mia maestra e ti farò sapere, intanto ti consiglio di fare una ricerca anche su internet!! A presto…

  6. grazie mille mi servirebbe troppo gentile.ciao

  7. ma scusami erica in che provincia sei residente??

  8. Ciao Lorenzo purtroppo nel Veronese non ne conosco. Se vuoi posso sentire la mia maestra se conosce qualche buon centro dalle tue parti…

  9. Grazie a te, Tea!!! 🙂

  10. insieme si cresce e si migliora! NAMASTE'!

  11. ciaoo anche io vorrei fare yoga …ci sono dei centri nel veronese??

  12. Grazie Mariapaola sono felice che ti piaccia!! 🙂

  13. bellissimo!!

  14. Ciao Tiziana!! <3

  15. un abbraccio a te Erica <3

Lascia un commento